By Plimun Web Design

Convenzioni per esterni

Convenzione con il Comune di Cherasco per il servizio infermieristico per quanto riguarda la terapia intramuscolo.

A fronte della sopra citata convenzione gli abitanti nel Comune di Cherasco hanno la possibilità di usufruire del servizio di terapia intramuscolo presso la Casa di Riposo "Ospedale di Cherasco" in forma totalmente gratuita e ad opera degli infermieri della struttura in regime di libera professione.

Il cittadino è tenuto a presentarsi con la rispettiva prescrizione medica e nel caso di terapia antibiotica le prime due somministrazioni devono essere eseguite dal rispettivo Medico Curante.

 

Convenzione con il Comune di Cherasco e l'ASL CN2 (ex consorzio Intesa) per il servizio di mensa destinato ai cittadini cheraschesi anziani e/o indigenti.

A fronte della sopra citata convenzione gli abitanti nel Comune di Cherasco anziani e/o indigenti hanno la possibilità di usufruire del servizio di mensa per il pranzo e/o la cena.

La Casa di Riposo è in grado di garantire tale servizio sociale per una disponibilità massima di 20 (venti) posti.

Il costo del servizio è di € 6.00/pasto e comprende:

  • 1 primo
  • 1 secondo con contorno
  • frutta
  • pane
  • acqua e/o vino

Il menù giornaliero verrà esposto nel refettorio in cui verrà consumato il pasto.

In caso di motivazioni sanitarie, verranno fornite diete speciali agli utenti che ne facciano richiesta.

 

Convenzione con l'associazione di volontariato "L'Arcipelago"
La sopra citata convenzione è stata stipulata al fine di alimentare il fattivo rapporto di collaborazione finalizzato al benessere morale, fisico e psichico degli ospiti della Casa di Riposo.

Gli ambiti sui quali si incentra sono:

  1. Attività umanitarie: ai volontari dell'associazione, individuabili attraverso apposito tesserino di riconoscimento, è assicurato il libero accesso ai reparti della Casa di Riposo al fine di fornire assistenza morale, compagnia e piccoli servizi agli ospiti. L'accesso nelle ore dei pasti, per l'assistenza agli ospiti non autonomi, dovrà essere preventivametne concordato con i responsabili della struttura e in ogni caso limitato ai casi di effettiva necessità e nel rispetto delle diete specifiche dei singoli ospiti.
  2. Attività di animazione: l'associazione avrà la possibilità di organizzare, in accordo con l'animatrice operante in struttura, attività di animazione collettiva, previa tempestiva comunicazione preventiva al consiglio di amministrazione.
  3. Attività di supporto: compatibilmente con la disponibilità personale dei volontari, l'associazione potrà rendersi disponibile per trasporto per visitite presso ambulatori e presidi ospedalieri a fronte di esplicita richiesta da parte dei parenti degli ospiti.  Tali attività dovranno essere tempestivamente comunicate al responsabile della struttura al fine di permettere il dovuto coordinamento.